La Provincia chiede la caratterizzazione per l’area Ex-Ceramica

La Provincia di Macerata accoglie la richiesta dell’Associazione Città Prestata e richiede la caratterizzazione per la zona Ex Ceramica.
Per mesi Città Prestata ha invano sollecitato il Comune, tramite svariate richieste e raccolta firme, per cercare di avere informazioni in merito alla bonifica, al fine di fugare i forti dubbi sul mancato ritrovamento di sostanze pericolose, che non potevano non essere presenti data da natura dell’attività svolta e da quanto risaputo tra i cittadini e gli ex operai.
In più occasioni Città Prestata ha chiesto al Comune la caratterizzazione del sito, vale a dire l’esecuzione di un piano di bonifica che prevede analisi e sondaggi approfonditi, sotto la supervisione degli organi pubblici di competenza.
Città Prestata ha voluto sottoporre la richiesta della caratterizzazione anche al consiglio comunale, presentando una apposita osservazione, anch’essa respinta.
Data l’indifferenza ricevuta, Città Prestata ha inviato copia dell’osservazione ad Arpam, Asur n. 8, Provincia di Macerata, Regione e Prefetto di Macerata.
In seguito a tale segnalazione la Provincia di Macerata si è attivata, evidenziando la necessità di avviare le procedure della caratterizzazione, mentre l’Arpam in questi giorni ha effettuato i primi campionamenti nel sito.
A breve i risultati saranno disponibili in Comune e consultabili da quanti ne faranno richiesta.
Anche il Tribunale della Salute, nel far seguito alle numerose richieste dei cittadini, si è mobilitato, inoltrando al Comando dei NOE di Ancona una richiesta di intervento.
Città Prestata, vicina alle problematiche ambientali e conscia della criticità ambientale rappresentata dall’intera area Ex-Ceramica, si impegna a mantenere alta l’attenzione sul tema e ad informare i cittadini sugli sviluppi della vicenda.

Taggato con: ,
3 comments on “La Provincia chiede la caratterizzazione per l’area Ex-Ceramica
  1. Rodolfo ha detto:

    A tal proposito è interessante segnalare il singolare trafiletto, che appare oggi sulla ‘on-line’ del corriere adriatico.
    http://sfoglia.corriereadriatico.it/Articolo?aId=1148335
    E’ sorprendente la tempistica con cui si pubblicizzano i benefici urbanistici e soprattutto economici dell’operazione ceramica e, per effetto uguale-e-contrario, quello che si perderebbe da una conseguente fermata dei lavori.
    Interessante esempio di etica giornalistica e libertà. Vivi complimenti alla testata!!

  2. Tommaso ha detto:

    Città Prestata aveva ragione. La Provincia accoglie le nostre istanze. Avere delle preoccupazioni, legittime, e cercare gli strumenti legali per sopperire ai nostri dubbi è corretto. Come lo sono state le nostre osservazioni in consiglio comunale.. questo comunicato stampa lo dimostra. Garantire che i lavori di bonifica di un sito a rischio di contaminazione da metalli pesanti è più che leggittimo, come anche sollevare dei dubbi nei confronti della amministrazione comunale e della opinione pubblica, che su questo tema deve riflettere, a prescindere da quel che le analisi riscontreranno.

  3. Valorizzazione Area Mare Sud ha detto:

    L’impegno che Voi di Città Prestata state mettendo sulla questione EX CERAMICA vi fa onore!!! Restiamo a vostra disposizione per qualsiasi iniziativa in cui possiamo collaborare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*